Il Rispondente Fiscale

A partire dal 1° Ottobre 2012 la Corte di Giustizia dell'Unione Europea ha abolito la tolleranza amministrativa del Rispondente fiscale. Attualmente non è stata prevista alcuna soluzione alternativa. Per ulteriori informazioni, vi esortiamo a contattarci...

Procedura applicabile esclusivamente in Francia.
 

Perché nominare un Rispondente Fiscale ?

In Francia il sistema di autofatturazione (reverse charge) è in vigore dal 1° settembre 2006 per le operazioni BtoB.

Il sistema di autofatturazione è talvolta obbligatorio qualora ci sia dell'IVA detraibile a monte della vendita. Per questa ragione l'amministrazione francese permette al fornitore, qualora sussistano determinate condizioni, di emettere una fattura con IVA francese, definendo tale sistema "tolleranza amministrativa". Ciò evita di avere un credito permanente di IVA e di dover presentare istanza di rimborso.

Il primo obbligo è la nomina di un Rispondente Fiscale accreditato dall'amministrazione.

Il Rispondente Fiscale è responsabile della gestione delle società che rappresenta.
 

Variazioni al 1° gennaio 2010

Il pacchetto IVA del 1° gennaio 2010 ha modificato la possibilità di fare appello alla tolleranza amministrativa. Pertanto le prestazioni rientranti nel pacchetto IVA e regolate dalle norme della Dichiarazione di Scambio di Servizi non possono essere oggetto di fatturazione con IVA.
 

Per ulteriori informazioni riguardo il Rispondente Fiscale, vi invitiamo a contattare il Gruppo ASD.