NOTIZIE INTRACOMUNITARIE

Actualites
Tutte le notizie più importanti sulle vostre attività intracomunitarie nell'Unione Europea.
  • 04 Novembre 2015

    La Vs. Azienda ha l'obbligo di trasmettere per via telematica le dichiarazioni inerenti all’IVA e alle Imposte relative alle Società.

    Inoltre, se la vs. Attività implica l'utilizzo di un conto corrente bancario in Francia, dette Imposte dovranno essere regolarizzate mediante pagamento telematico.

    A partire dal 1° Dicembre 2015 , il pagamento telematico diventa obbligatorio qualora la Vostra Società abbia un conto corrente presso Istituti bancari (che accettino operazioni SEPA B2B) al di fuori della Francia.

  • Abbassamento della soglia delle vendite a distanza
    20 Ottobre 2015

    Nel 2016, la soglia, attualmente stabilita a 100.000 EUR, potrebbe passare a 35.000 EUR.

    I venditori, residenti in altri Stati membri, potrebbero dunque dover identificarsi prima del previsto. Tale misura serve ad allinearsi agli altri Stati membri e a incoraggiare una giusta concorrenza tra operatori UE.

    Per maggiori informazioni, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale : http://www.economie.gouv.fr/files/files/PDF/plf_2016.pdf

  • Nuove disposizioni IVA
    16 Ottobre 2015

    La data effettiva delle modifiche è fissata alla data di stipula dell’accordo della Repubblica Ellenica, salvo indicazioni contrarie.

    Le modifiche introdotte dalla legge 4334/2015 sono riassunte qui di seguito :

  • Aliquota IVA in Romania
    13 Ottobre 2015

    Il Parlamento romeno ha ratificato le nuove modifiche al Codice IVA che entreranno in vigore dal 1° Gennaio 2016.

    Variazioni in materia IVA :

  • Registri IVA e Pagamento Diretto
    09 Ottobre 2015

    Anche senza stabile organizzazione, i non residenti, allo stesso titolo dei soggetti passivi locali, in caso di controllo devono fornire un Registro IVA telematico.

    Il software di contabilità dovrà a questo scopo essere omologato ufficialmente a partire dal 2018.

    Coloro che non si conformeranno a quanto stabilito rischiano una sanzione da 5.000,00 EUR per ogni file mancante o non valido oppure il pagamento del 10% delle somme non dichiarate con pesanti sanzioni aggiuntive.

  • Nuova dichiarazione IVA in Polonia
    07 Ottobre 2015

    La nuova versione del modulo IVA-7 è stata utilizzata già per i periodi di Luglio o del terzo trimestre 2015.

    I cambiamenti riguardano principalmente le importazioni e le transazioni interne con applicazione del Reverse Charge (linee 11-15).

    Una nuova casella (la numero 47) è stata inserita per i contribuenti che desiderano correggere alcune somme IVA (regolarizzazione nota con il nome " bad debt relief ") non corrisposte nei 150 giorni seguenti l’emissione della fattura.

  • Reverse Charge in Repubblica Ceca
    05 Ottobre 2015

    Le autorità fiscali ceche hanno esteso l’applicazione del meccanismo dell’inversione contabile del contribuente ad alcuni prodotti derivati da raccolto.

    Per questa ragione, i venditori di cereali, avena, arachidi, grano, sesamo e segale devono identificarsi ai fini IVA. L’utilizzo del Reverse Charge si applica a ogni transazione per un importo superiore a 100.000 CZK.

  • Aliquota IVA in Slovacchia
    01 Ottobre 2015

    La Slovacchia ha proposto un’ importante riduzione dell’aliquota  IVA sugli alimenti di prima necessità dal 20% al 10% a partire dal 1° Gennaio 2016.

    Tale misura è inserita nel quadro di più importante progetto volto a limitare l’impatto fiscale sulla parte di popolazione con maggior reddito (SMER-SD).

    Malgrado gli avvertimenti del FMI, la Slovacchia prevede di abbassare l’aliquota ordinaria del 20% a 19%.

  • Pratica di rimborso dell’IVA
    30 Settembre 2015

    La Commissione europea ha ufficialmente richiesto alla Romania di modificare l’iter amministrativo per richiedere il rimborso IVA. La quasi totalità delle istanze di rimborso attualmente viene trattata con ritardi immotivati che possono raggiungere a volte i 180 giorni. Ciò non è conforme alle disposizioni dell’Unione in materia IVA prevedono che la stessa debba essere rimborsata rapidamente per non penalizzare il contribuente.

  • Sistema di trasmissione d’informazioni IVA
    26 Settembre 2015

    Attraverso un « Real Decreto », l’Agencia Tributaria ha istituito un sistema di trasmissione immediata dei « Registri IVA » dal 2017.

    I soggetti che dovranno versare l’IVA, dovranno fornire dei Registri IVA parziali entro 4 giorni lavorativi dalla data della transazione.

    Inoltre, il MOD347 (modulo informativo) non sarà più dovuto e la dichiarazione IVA (MOD 303) sarà automaticamente precompilata.

    Inizialmente, tale disposizione dovrà essere seguita esclusivamente dai soggetti che presentano la dichiarazione periodica IVA a cadenza mensile, ovvero :

  • Intrastat in Germania
    21 Settembre 2015

    A seguito della pubblicazione della nuove legge tedesca, la soglia della dichiarazione Intrastat relativa alle acquisizioni passerà da 500.000 EUR a 800.000 EUR.

    La soglia per le spedizioni (vendita di beni) rimane invariata a 500.000 EUR.

    Per maggiori informazioni : http://www.bmwi.de/DE/Themen/Mittelstand/buerokratieabbau.htm

  • Riforma Fiscale 015/16
    17 Settembre 2015

    Il Governo austriaco (Ministerrat) ha dato l’ok alla proposta di Riforma Fiscale (Steuerreformgesetz 2015/16) e l’ha presentata al Parlamento.

    L’Austria ha confermato la sua intenzione di aumentare l’aliquota IVA ridotta portandola dal 10% al 13% a partire dal 1° Gennaio 2016 per i seguenti servizi :

  • Società a responsabilità limitata in Ungheria
    30 Luglio 2015

    In seguito al cambiamento del 15 Marzo nel Codice civile ungherese, nuove condizioni per creare una nuova società a responsabilità limitata in Ungheria entrano in vigore.

    Tutte le nuove imprese e gli imprenditori che effettuano variazioni nel Registro di Commercio devono aumentare i loro fondi sociali di 3.000.000 HUF, mentre in precedenza il capitale sociale necessario era 500.000 HUF.

  • Belgio : Soglie intrastat 2015
    13 Marzo 2015

    Dal 1° Gennaio 2015, in Belgio la soglia intrastat delle introduzioni è stata modificata passando da 700.000 EUR a 1.500.000 EUR.

    La soglia relativa alle spedizioni invece è rimasta invariata a 1.000.000 EUR.

    Potete visualizzare la comunicazione relativa agli Intrastat per l’anno 2015 cliccando sul seguente link : http://www.nbb.be/doc/DQ/f_pdf_ex/newsletter25fr.pdf.

  • Prestazioni di servizio on line in Europa
    11 Marzo 2015

    Dal 1° Gennaio 2015, le prestazioni di servizio relative alle telecomunicazioni, alla radiodiffusione, televisione e altri servizi on line sono imponibili ai fini IVA secondo l’aliquota in vigore nello Stato dove l’utente è domiciliato e non più secondo la residenza del fornitore.

  • La Lituania raggiunge la zona euro
    06 Marzo 2015

    La Lituania è il 19esimo Stato membro dell’Unione Europea a raggiungere la zona EURO dal 1° Gennaio 2015.

    Dall’adozione dell’EURO come moneta unica, la soglia delle Vendite a Distanza ha ugualmente subito un’aggiornamento passando da 125.000,00 LTL a 35.000,00 EUR dal 1° Gennaio 2015.

  • Stabile organizzazione in Polonia
    03 Marzo 2015

    Nel quadro della decisione della Corte amministrativa per il dossier C-605/12 «  Welmory » : per essere considerata una stabile organizzazione ai sensi dell’Articolo 44 della direttiva 2006/112/CE, si deve vantare un grado sufficiente di permanenza e una struttura in termini di mezzi umani e tecnici che le permettano di ricevere e utilizzare i servizi che sono forniti per i bisogni propri a quel tipo di impresa.

  • Intrastat in Slovacchia
    27 Febbraio 2015

    La soglia per il deposito trimestrale della dichiarazione intracomunitaria relativa alle spedizioni è stata modificata, passando da 100.000 EUR a 50.000 EUR.

    Per ulteriori informazioni, potete telefonare presso le nostre sedi o contattarci via internet (alla voce « contatti » del nostro sito).

  • Procedura telematica IVA in Francia
    26 Febbraio 2015

    Dal 1° Ottobre 2014, i soggetti non residenti e identificati ai fini IVA in Francia hanno l’obbligo di depositare le dichiarazioni IVA ed effettuare i relativi pagamenti (di qualsiasi importo) per via telematica. Lo stesso avviene per le istanze di rimborso IVA in uno Stato UE.

    Le Società pertanto riceveranno le dichiarazioni IVA in formato virtuale. Il non rispetto di tale direttiva può comportare una sanzione del 0.2% dell’IVA dovuta.

  • Nuova aliquota IVA ridotta in Repubblica Ceca
    19 Febbraio 2015

    Una nuova aliquota ridotta del 10% è applicabile dal 1° Gennaio 2015 agli alimentari, ai libri e ai medicinali.

    Per ulteriori informazioni, contattate le nostre sedi per telefono o mediante il nostro sito Internet - alla voce Contatti.

  • IVA in Danimarca
    05 Febbraio 2015

    Dal 1° Gennaio 2015, l’IVA relativa alle spese alberghiere può essere recuperata in toto dalle Società.

    Per ulteriori informazioni, contattate le nostre sedi per telefono o mediante il nostro sito Internet – alla voce Contatti

  • Reverse charge in Polonia
    13 Gennaio 2015

    Dal 1° Gennaio 2015, il meccanismo del Reverse Charge si applica alle vendite locali di telefoni cellulari nel caso in cui la soglia di queste ultime arrivi a 20.000,00 PLN (al giorno).

    Inoltre, la lista dei beni relativamente ai quali l’acquirente è solidariamente responsabile con il fornitore degli adempimenti IVA spettanti a quest’ultimo, include anche tablet, computer portatili e console (videogiochi).

  • Partite IVA e numero EORI in Svezia
    08 Gennaio 2015

    Da Gennaio 2015, l’Amministrazione Fiscale svedese diventa l’ente autorizzato a prendere decisioni in merito all’IVA all’importazione dovuta da Società identificate ai fini IVA in Svezia. Le Società in questione non devono più anticipare l’IVA all’importazione alle Dogane svedesi ma devono riportare l’importo all’Ammministrazione Fiscale svedese al momento del deposito delle Dichiarazioni fiscali.